BOMBA CONTRO PARRUCCHIERE AL RIONE SALINELLA, INDAGINI DELLA POLIZIA

Una bomba è stata fatta esplodere nella notte fra Natale e Santo Stefano ai danni di un parrucchiere in via Lago d’Albano, al quartiere Salinella di Taranto. L’esercizio commerciale è gestito dalla moglie di un ex assessore comunale, Francesco Cosa. La deflagrazione ha causato danni alla saracinesca del negozio, alle strutture interne e all’insegna di un supermercato situato accanto al parrucchiere. I malviventi hanno anche portato via alcune attrezzature. Sul posto, gli agenti della Polizia che stanno conducendo le indagini al fine di risalire agli autori dell’atto intimidatorio.

 

AGGREDISCE I GENITORI E TENTA DI ESTORCERE DENARO PER ACQUISTARE DROGA, ARRESTATO

I carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Taranto e della Stazione di Taranto Salinella hanno tratto in arresto, per tentata estorsione e lesioni aggravate un 30enne, pregiudicato, tarantino. Ieri sera, a seguito della richiesta d’intervento giunta al 112, i militari sono intervenuti in via Galera Montefusco, al quartiere Salinella, dove era stato segnalato un violento litigio in famiglia.

I genitori del 30enne hanno riferito agli operanti di essere stati in più occasioni costretti ad elargire, anche sotto minaccia, somme di denaro al proprio figlio, denaro utilizzato dallo stesso per acquistare sostanze stupefacenti per uso personale. I due hanno aggiunto che, poco prima, a seguito della mancata soddisfazione della sua aspettativa, il 30enne, in preda ad un raptus, aveva devastato la casa aggredendo i genitori fisicamente con calci e schiaffi, motivo per il quale gli stessi erano stati costretti a fare ricorso alle cure mediche presso l’Ospedale SS. Annunziata, venendo poi dimessi con alcuni giorni di prognosi. Raccolta la denuncia, il 30enne è stato tratto in arresto e, espletate le formalità di rito, così come disposto dal P.M. di turno presso la Procura della Repubblica di Taranto, dott. Maurizio Carbone, portato in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Dovrà rispondere del reato di tentata estorsione e lesioni aggravate.

​L’OSSERVATORIO PERMANENTE SALINELLA SU TOPI ED ERBACCE NEL QUARTIERE

L’Osservatorio Permanente Salinella (Taranto), ha realizzato un video ed alcune foto che documentano una situazione di degrado nel quartiere, invaso da topi ed erbacce. La situazione è stata evidenziata, attraverso delle mail, al Comune di Taranto.

“Abbiamo chiesto lumi riguardo la pulizia della campagna di via Mar Grande. Abbiamo segnalato la presenza di zecche, di zanzare, abbiamo riportato la possibilità che qualcuno possa appiccare il fuoco appiccando un incendio in una zona nella quale c’è una piccola oasi nella quale sono presenti diverse specie animali. Abbiamo segnalato la presenza di topi presso l’Isola Ecologica di Via Golfo di Taranto, e in tutte le mail abbiamo sempre inserito i nostri riferimenti telefonici e non.

Oggi, 28 Luglio 2017, aggiungiamo che i topi sono presenti anche nell’area (recintata) in cui ogni Domenica mattina viene organizzato il “Mercatino delle Pulci”…che a questo punto potremmo ribattezzare “Mercatino dei Topi”. La situazione è diventata insostenibile, e potete verificarlo voi stesso dando un’occhiata al video – dal minuto 2.00 sono chiaramente visibili i topi. Chiediamo al Comune di Taranto di intervenire quanto prima nel sollecitare chi di competenza, ridando dignità ai cittadini del territorio, a chi la Domenica lavora al mercatino e chi quel mercatino lo visita, così come va data dignità a chi lavora presso l’Isola Ecologica.

Un’ultima richiesta la rivolgiamo a quanti, invece, utilizzano proprio l’Isola Ecologica come se fosse una discarica: la maggior parte dei rifiuti ripresi e mostrati nel video non dovrebbero essere lì. Mobili, frigoriferi ed altri elettrodomestici vanno smaltiti nella maniera corretta. Esiste un servizio chiamato “ritiro ingombranti”, gratuito e a cura dell’AMIU di Taranto, tramite il quale è possibile concordare il ritiro dei rifiuti cosiddetti ingombranti”. Basta chiamare il numero 800013739, e funziona: chi vi scrive lo ha utilizzato più volte. Utilizziamolo tutti, è un nostro diritto, ma è anche un nostro dovere”, scrive  ​Francesco Settembr​e​ dell’​Osservatorio Permanente Salinella.

La Salinella, l’erba ed i topi

INCENDIO IN UN PALAZZO ALLA SALINELLA, EVACUATO LO STABILE

Si sarebbe sprigionato dalla cabina elettrica condominiale l’incendio divampato ieri sera in un condominio in via lago di Monticchio, al rione Salinella di Taranto. L’intero stabile, abitato da sei famiglie, è stato evacuato dai Vigili del Fuoco subito intervenuti a domare le fiamme; tre persone sono rimaste intossicate. Sul posto anche i tecnici Enel per stabilire le cause dell’accaduto.

 

FESTA DELLA SANTA FAMIGLIA ALLA SALINELLA

Al via, al quartiere Salinella di Taranto, i festeggiamenti in onore della Santa Famiglia, quest’anno alla seconda edizione, all’omonima parrocchia. Ricco il programma degli eventi religiosi, culturali e di vita di comunità, voluti dal parroco don Giuseppe Cagnazzo e dal vice don Giuseppe Marino, con momenti ed iniziative aperti a tutta la città. Si parte domenica 2 ottobre alle ore 10.00 con la processione del simulacro della Santa Famiglia, opera del maestro leccese Antonio Papa, per le principali vie del quartiere.
Al rientro in chiesa, intorno alle ore 12.00, recita della Supplica alla Madonna di Pompei.
In serata, alle ore 20.00, nel Centro Socio Sportivo, PiazzAllegra, intrattenimento vario unito a condivisione e socializzazione.

Da lunedì 3 a sabato 8 tutte le sere alle ore 18.00, nella Santa Messa, padre Piero Greco, direttore della Comunità dei Passionisti di Ceglie Messapica, predicherà illustrando l’esortazione apostolica di papa Francesco “Amoris Laetizia”, culmine e sintesi del lavoro di due Sinodi, documento ricco di aspetti di riscoperta e valorizzazione della famiglia, dell’amore coniugale e del crescere insieme nella fede. Martedì 4, alle ore 19.00, nuovo appuntamento con le sorprese di PiazzAllegra.

Giovedì 6, alle ore 19.00, è previsto il momento di approfondimento con una tavola rotonda sul tema Essere famiglia oggi a Taranto: quali prospettive per le giovani generazioni in una città martoriata? Esperienze di fede, lavoro, ricerca attitudini, solidarietà e speranza.
Nell’Auditorium della Centro Polivalente della parrocchia parteciperanno ai lavori:
– don Antonio Panico, sociologo, vicario episcopale problemi sociali e il lavoro, giustizia e pace, salvaguardia del creato e responsabile regionale del “Progetto Policoro”;
– padre Nicola Preziuso, giuseppino del Murialdo, presidente CEM – Centro Educativo Murialdo – Taranto, parroco Gesù Divin Lavoratore al rione Tamburi di Taranto;
– Rosella Tegas, animatrice di comunità, referente diocesano del “Progetto Policoro”;
– Vincenzo Fornaro, ex allevatore, agricoltore.
Coordinerà Aldo Cesario.

Venerdì 7, durante la Santa Messa serale delle ore 18.00, imposizione dello scapolare della Santa Famiglia a tutti i nuclei familiari che vogliono mettersi sotto la protezione di Gesù, Maria e Giuseppe.
I genitori dei nati e battezzati quest’anno potranno offrire il fiocco della nascita del proprio bimbo come atto di devozione verso la Santa Famiglia.
A seguire, alle ore 19.00, ancora PiazzAllegra, per fare festa e comunità, con una serata di condivisione e scambi interculturali con i giovani dell’associazione Ohana di Taranto che si occupano dell’accoglienza dei migranti che giungono nella nostra città.

Sabato 8, dalle ore 22.00 la Notte bianca di preghiera per la famiglia, con l’esposizione del Santissimo Sacramento e l’adorazione silenziosa sino al mattino della domenica.

Al mattino della domenica, alle ore 06.00, la celebrazione della Santa Messa chiuderà l’intenso momento di preghiera ed adorazione. Domenica 9, giornata di chiusura dei festeggiamenti, offrirà il rinnovo delle promesse matrimoniali di tutte le coppie presenti alla Santa Messa delle ore 18.30. Finale con la festa di piazza.

Il tradizionale finale riservato allo spettacolo pirotecnico, per rispetto e a ricordo delle vittime del terremoto in centro Italia, sarà sostituito da un minuto di silenzio.
L’intera somma che era stata destinata per i fuochi d’artificio sarà devoluta alla Caritas per le iniziative a sostegno delle popolazioni colpite dal sisma.

SPARATORIA ALLA SALINELLA, FERMATO 49ENNE

La Squadra Mobile della Questura di Taranto, al termine di attività investigativa, ha proceduto al fermo di indiziato di delitto nei confronti del 49enne Salvatore D’Aprile. L’uomo è gravemente indiziato di tentato omicidio nonché di detenzione illegale e porto di arma comune da sparo, spari in luogo pubblico, ricettazione e danneggiamento, fatti avvenuti in via Lago di Bracciano, al rione Salinella, la mattina dello scorso 25 luglio.  Sul posto, personale della polizia scientifica aveva recuperato 2 bossoli per pistola cal.9.. D’Aprile, dopo le formalità di rito, è stato portato in carcere, a disposizione dell’A.G. competente.

TARANTO: COLPI D’ARMA DA FUOCO IN VIA LAGO DI BRACCIANO, INDAGA LA POLIZIA

Sparatoria stamattina al quartiere Salinella di Taranto. Intorno alle ore 11.35, equipaggi della sezione Volanti e della Squadra Mobile, dopo la segnalazione di alcuni spari alla sala operativa da parte di un cittadino, sono intervenuti in via Lago di Bracciano, dove poco prima un individuo aveva esploso alcuni colpi di pistola, allontanandosi poi velocemente. Le pattuglie della zona hanno raggiunto il luogo segnalato e gli agenti hanno notato che il lunotto di una Audi A2 era andato in frantumi. Sul posto è intervenuto anche il personale della polizia scientifica, che ha recuperato 2 bossoli per pistola cal.9. Sono in corso le indagini per fare luce sull’episodio.

TARANTO: IL COMUNE APRE UNA CASA PER ANZIANI ALLA SALINELLA [VIDEO]

La cooperativa La Solidarietà si è aggiudicata la gara per la gestione della Casa per anziani che il Comune di Taranto ha realizzato al quartiere Salinella, nella recuperata struttura dell’ex scuola Montessori. La sede era stata inizialmente individuata per la sistemazione della Polizia Municipale, all’incirca 5 anni fa, nell’ottica dell’operazione di spending reviewdell’Ente. I vigili hanno poi trovato sede nell’ex università di via Acton e così la scuola è stata trasformata in una struttura polivalente, paragonabile ad una villa di lusso, con ampi spazi esterni ed interni, che accoglierà quotidianamente 35 anziani autosufficienti nel centro diurno e 9 nella casa alloggio. Stamattina, a Palazzo di città, la presentazione del progetto. Duplice, per il sindaco di Taranto Ippazio Stefàno, l’obiettivo che si raggiungerà: da un lato, sarà un grande sollievo per le famiglie affidare i propri cari in mani sicure, dall’altro, lavorare a contatto con gli anziani accrescerà la competenza degli operatori. Gli interessati possono chiedere informazioni e presentare domanda presso la sede legale della Coop. Sociale “La solidarietà” – Piazzale Bestat 24.