CONTROLLI DELLA POLIZIA STRADALE, RILEVATO UN ECCESSO DI VELOCITÀ DI BEN 60 Km/H

Sulla SS 172 a 182 Km/h. Il conducente di autovettura è stato immortalato dai moderni strumenti in dotazione alla Polizia…

Continua a Leggere

MM: PERSONALE DELLA BRIGATA MARINA SAN MARCO SOCCORRE PATTUGLIA DELLA POLIZIA STRADALE

Ieri pomeriggio sull’autostrada A 14, all’altezza di Molfetta (BA), durante una attività di trasporto verso la sede di Parma, un’autocolonna…

Continua a Leggere

OPERAZIONE “ESCALATION” DELLA POLIZIA STRADALE DI TARANTO, 12 DENUNCE

Giovedì scorso, 7 dicembre, gli agenti della Sezione Polizia Stradale di Taranto, al termine di lunghe e meticolose indagini, hanno…

Continua a Leggere

TRUFFE A 18 COMPAGNIE ASSICURATIVE, 144 PERSONE DENUNCIATE DALLA POLSTRADA

La Squadra di Polizia Giudiziaria della Polizia Stradale di Taranto ha denunciato 144 persone in concorso tra loro, per i…

Continua a Leggere

TRAGEDIA DELLA STRADA SULLA VIA PER S. GIORGIO JONICO: MUORE 24ENNE, ARRESTATO CONDUCENTE

scontro fra ambulanza e auto nella notte a taranto

Incidente mortale la scorsa notte intorno alle 3.15 sulla strada che collega Taranto a San Giorgio Jonico. A perdere la…

Continua a Leggere

CONTROLLI DELLA POLIZIA STRADALE: FERMATO AUTOBUS DI VACANZIERI DIRETTO IN CALABRIA

Con i primi weekend estivi, la Polizia Stradale di Taranto ha intensificato i servizi di controllo lungo le maggiori arterie…

Continua a Leggere

PREVENZIONE, PROGETTO “ICARO”: LA POLIZIA STRADALE TRA GLI STUDENTI

Per il 17° anno consecutivo si è svolto il progetto “ICARO”, riguardante la campagna di sicurezza stradale rivolta ai giovani,…

Continua a Leggere

OPERAZIONE “WOODLAND BIRDS” DI GdF E POLIZIA STRADALE, ARRESTI A TARANTO

L’operazione “Woodland birds” (che in italiano significa “Uccelli selvatici”) condotta dai finanzieri di Taranto e dagli uomini della Polizia Stradale, ha portato stamani all’arresto di tre soggetti per truffa (per 635 mila euro) ai danni delle assicurazioni e alla denuncia di 123 persone. In manette: Carmine Tortorella, 58 anni, titolare di un’agenzia di disbrigo pratiche di infortunistica stradale con sede a Taranto, e due dei suoi figli, Antonio, 33enne e Tiziana, 35enne, anch’essi operanti nel medesimo settore. Il provvedimento cautelare è stato disposto dal G.I.P. del Tribunale – Dott. Giuseppe Tommasino –, su richiesta del Sostituto Procuratore della Repubblica – Dott.ssa Marina Mannu -. Le indagini congiunte, coordinate dal predetto Magistrato inquirente, hanno consentito di individuare una ben strutturata organizzazione criminale che ha beneficiato di indebiti risarcimenti da 17 compagnie assicuratrici del settore della responsabilità civile automobilistica, le quali sono state danneggiate per complessivi 635 mila euro, in relazione a 39 falsi incidenti stradali. Nel contesto sono indagati ulteriori 123 soggetti, tra i quali figurano medici, avvocati, titolari di centri sanitari di diagnostica e fisioterapia, nonché persone fittiziamente danneggiate da sinistri stradali ed altre reclutate all’occorrenza come falsi testimoni nei conseguenti procedimenti giudiziari civili e penali. La predetta associazione per delinquere, composta da 26 persone delle 126 complessivamente citate, avevano posto in essere una filiera di falsi incidenti stradali. Le suindicate 39 contestazioni per risarcimenti assicurativi erano basate su presupposti di fatto falsi sia completamente (fittizi tamponamenti, ricostruzioni cartolari con guidatori compiacenti e diagnosi mediche false), sia parzialmente (sinistri stradali con falsi feriti e pregresse lesioni personali denunciate come riconducibili all’incidente). Gli introiti dei singoli risarcimenti venivano poi suddivisi per il 50% ai promotori dell’organizzazione delinquenziale e la restante parte per compensare i vari “attori” dell’illecita filiera. I conseguenti accertamenti bancari e patrimoniali eseguiti nei confronti del sodalizio criminale hanno consentito altresì di contestare il reato di riciclaggio nei confronti di 2 persone che hanno “agevolato” l’acquisto da parte del predetto titolare dell’agenzia di una villa del valore di 150 mila euro, attraverso operazioni tali da ostacolare l’identificazione della provenienza delittuosa del denaro. In sostanza, i due soggetti, cointestatari di rapporti bancari su cui venivano veicolati i risarcimenti di due falsi incidenti, hanno stipulato successivamente contratti preliminari di compravendita fittizia di immobili con il titolare medesimo, corrispondendo a lui, a titolo di acconto, le somme occorrenti per l’acquisto della citata villa. L’immobile in argomento è stato sottoposto a sequestro preventivo ex art. 321 C.P.P. su disposizione del predetto G.I.P..

MOTTOLA: GUIDA SOTTO EFFETTO DI ALCOOL E DROGA, 19ENNE SI SCHIANTA CONTRO PALO

Stamattina, intorno alle 4:00, personale della sezione Polizia Stradale di Taranto è intervenuto sulla SP 30, in località San Francesco,…

Continua a Leggere

TARANTO: CONTROLLI STRAORDINARI DELLA POLIZIA STRADALE NEL FINE SETTIMANA, SEI DENUNCE

Personale della Polizia Stradale di Taranto, nell’ambito di servizi specifici mirati al controllo e repressione del fenomeno stragi sabato sera,…

Continua a Leggere