MARTINA FRANCA: TRUFFA AD ANZIANA, DENUNCIATO 37ENNE NAPOLETANO

Gli Agenti gli Agenti del Commissariato di Martina Franca hanno denunciato in stato di libertà un uomo di 37 anni, originario della provincia di Napoli, per truffa aggravata ai danni di una 85enne. Lo scorso 2 marzo, l’uomo aveva telefonato all’anziana riferendole che uno dei suoi due figli era rimasto coinvolto in un incidente stradale. In stato di agitazione, la donna ha chiesto al suo interlocutore ulteriori notizie circa le condizione di salute del figlio. L’uomo ha risposto che era ricoverato presso una struttura ospedaliera, avvisando la donna che a breve si sarebbe recato presso la sua abitazione un avvocato a cui doveva consegnare la somma di 2 mila euro per poterlo tutelare legalmente. Infatti, dopo circa 15 minuti, si è presentato presso l’abitazione della malcapitata, un uomo di circa 50 anni qualificatosi come avvocato, al quale ha consegnato la cifra precedentemente richiesta. L’individuo, inoltre, ha insistito affinchè la donna gli consegnasse anche oggetti in oro o altro denaro, vista la complessità del “caso”. Non riuscendo ad ottenere più nulla, si è allontanato velocemente facendo perdere le proprie tracce. Subito dopo, il figlio figlio che l’85enne credeva in ospedale in gravi condizioni è arrivato a casa della madre, la quale ha subito realizzato di aver subito una truffa.
Le indagini, supportate dalle immagini del sistema di videosorveglianza di esercizi commerciali della zona, hanno portato all’identificazione e alla denuncia del 37enne.

TARANTO: NUOVO PARCHEGGIO SAN VITO, LAMANNA (ATT): “MEGLIO SE COMUNALE”

A San Vito nasce un nuovo parcheggio. I lavori di pulizia del terreno sono iniziati due giorni fa. Secondo Irene Lamanna, Presidente dell’Associazione Taranto Turismo, si tratta di un terreno privato, con cui l’Amministrazione comunale, dunque, non c’entra nulla; lo stesso terreno che un paio di anni fa aveva chiesto che fosse dato in comodato d’uso gratuito alla chiesa per gli utenti. Oppure, continua Lamanna in una lettera aperta, nel frattempo, il terreno sarebbe stato acquisito dal Comune e pertanto il parcheggio verrà affidato all’Amat. Fra l’altro, la cartellonistica apposta indica lavori per il rifacimento dei marciapiedi e non di realizzazione di un’area parcheggio. Pertanto, la Presidente di ATT, favorevole ad interventi di miglioramento di San Vito, chiede chiarimenti all’Amministrazione comunale.

TARANTO: TEATRO, SABATO SERA AL TaTÀ VA IN SCENA “NEL MARE CI SONO I COCCODRILLI”

«Le guerre cominciano nella mente degli uomini ed è nella mente degli uomini che bisogna costruire la difesa della pace». Per la rassegna “Aprile dei Diritti”, promossa da Crest e Cgil Taranto, sabato 16 aprile 2016, alle ore 20 al TaTÀ di Taranto, in via Grazia Deledda ai Tamburi, va in scena “Nel mare ci sono i coccodrilli” di e con Christian Di Domenico, tratto dall’omonimo libro di Fabio Geda (Baldini&Castoldi), adattamento a cura di Fabio Geda e Christian Di Domenico, costumi Paola Paglionico, produzione Christian Di Domenico/Teatri di Bari. «La storia di Enaiatollah, fuggito dall’Afghanistan, è una magnifica parabola che rappresenta uno dei drammi contemporanei più toccanti: le migrazioni di milioni di individui in fuga da territori devastati dalle guerre, in cerca di un miraggio di libertà e di pace. È una storia che ci riguarda, anche se preferiamo non ascoltarla, annota l’autore e interprete Christian Di Domenico.
Biglietto unico 10 euro. Info 099.4707948.

TARANTO: LEGAMBIENTE, “10 MOTIVI PER VOTARE SÌ AL REFERENDUM DEL 17 APRILE”

“Ci sono tanti buoni motivi per cui dobbiamo andare a votare SÌ al referendum del 17 aprile. Stasera, giovedì 14 e domani, venerdì 15, Legambiente Taranto sarà in piazza Immacolata a partire dalle ore 18 per illustrarli ai cittadini, per parlare con gli indecisi, per informare  quelli che ancora non sanno su cosa si vota domenica.
Col referendum vogliamo cambiare il futuro energetico del nostro Paese, mettere un freno all’estrazione di petrolio e gas nei nostri mari, per non privilegiare gli interessi di pochi e per non esporci a inutili rischi ambientali. Vogliamo dire SÌ all’unico futuro che l’Italia merita: rinnovabile, pulito e giusto”.

Ecco, scrive Legambiente, dieci buoni motivi per votare Sì

VOTANDO SÌ
– diamo una scadenza certa alle concessioni di petrolio e gas in mare entro le 12 miglia dalla costa. La vittoria del referendum cancellerà l’ennesimo regalo fatto alle compagnie petrolifere grazie all’approvazione della Legge di Stabilità 2016, che permette loro di estrarre petrolio e gas nei nostri mari entro le 12 miglia, senza alcun limite di tempo. Se vince il SI, sarà ripristinata la norma precedente che prevede una scadenza temporale per ogni concessione.
– non rinunciamo a una risorsa strategica. Il contributo delle attività estrattive entro le 12 miglia sono pari al 3% dei nostri consumi di gas e meno dell’1% di petrolio: quantitativi ridicoli per i nostri fini energetici, a fronte di rischi incalcolabili. Un contributo energetico che è abbondantemente compensato dal calo dei consumi in atto e che non comporterebbe alcun aumento di importazione. Se vince il SI, il popolo italiano dirà che questo gioco non vale la candela.

– ci riappropriamo del nostro mare. Attualmente, solo le compagnie petrolifere che operano entro le 12 miglia godono del privilegio di concessioni a tempo indeterminato. Nessuna concessione di un bene dello Stato può essere affidata a un privato senza limiti di tempo, come prevede anche la normativa comunitaria. Se vince il SI, sarà ripristinata la data di scadenza delle concessioni e il bene pubblico resterà tale.

– diamo più forza alle fonti rinnovabili. Le energie rinnovabili coprono il 40% dei consumi elettrici del nostro Paese, sono sempre più efficienti e rappresentano la prima voce di investimento nel mondo. Ad esempio, incentivando il biometano, potremmo ricavare una quantità di gas 4 volte maggiore a quello estratto nei mari italiani entro le 12 miglia. Se vince il SI, potremo finalmente puntare sulle rinnovabili e non più sulle fossili.

– diminuiamo i rischi e abbiamo garanzie sulla dismissione degli impianti. Non dare scadenza temporale alle concessioni vuol dire anche lasciare nel mare piattaforme e pozzi a tempo indeterminato. Questo aumenta di molto il rischio di incidenti. Se vince il SI, avremo la garanzia che le compagnie, una volta scaduta la concessione, smantellino piattaforme, pozzi e tutte le infrastrutture, come previsto dalla legge.

– cancelliamo i privilegi di cui godono le lobby petrolifere. Il 70% delle concessioni produttive oggetto del referendum non paga le royalties, perché estrae un quantitativo minore della franchigia prevista dalla legge. Il risultato è che nulla è versato nelle casse dello Stato. Se vince il SÌ, elimineremo questi privilegi e non continueremo a “svendere” il nostro mare.

– fermiamo le trivellazioni ancora consentite nelle 12 miglia dalla costa. Oggi nel nostro Paese non è possibile ottenere nuovi permessi per trivellare entro le 12 miglia. Ma nulla impedisce che, nell’ambito delle concessioni già rilasciate e attualmente senza scadenza, siano installate nuove piattaforme e perforati nuovi pozzi, come nel caso delle piattaforme VegaB nel canale di Sicilia e Rospo Mare in Abruzzo. Se vince il SI, elimineremo il pericolo di nuove trivellazioni entro le 12 miglia.

– creiamo altra occupazione nel settore energetico, quello rinnovabile e dell’efficienza. Non sarà il referendum a mettere a rischio i posti di lavoro del settore di estrazione di petrolio e gas, comparto già in crisi da tempo: il 35% delle compagnie petrolifere sono già ad alto rischio fallimento, visto il crollo del prezzo del petrolio. Se vince il SI, possiamo dare gambe alle rinnovabili, raggiungendo i risultati della Germania con 400mila occupati nel settore.

– diamo un contributo alla lotta ai mutamenti climatici. Alla COP21 di Parigi dello scorso dicembre, il Governo italiano – insieme ad altri 194 paesi – ha sottoscritto uno storico impegno a contenere la febbre della Terra entro 1,5 gradi centigradi, dichiarando fondamentale l’abbandono dell’utilizzo delle fonti fossili. Se vince il SI il popolo italiano sarà coerente con questo impegno.

– difendiamo il nostro diritto a decidere sulle scelte importanti del nostro Paese.

Lo scrive Legambiente Taranto in una nota.

TARANTO: “PROTAGONISTI DEL CAMBIAMENTO”, INCONTRO IN BIBLIOTECA

Sabato 16 aprile alle ore 9.30, presso la Biblioteca Acclavio di Taranto, il Movimento Civico ”Taranto Respira”, organizza l’incontro – dibattito “Protagonisti del cambiamento”, idee e fatti per un’economia alternativa a quella della grande industria. L’obiettivo di Taranto Respira, da sempre favorevole a politiche di imprenditoria ecosostenibile, è quello di analizzare la situazione dell’economia della città e di far conoscere progetti e idee che rappresentino possibilità di sviluppo e occupazione, in accordo con le caratteristiche e le vocazioni del territorio tarantino.

(foto www.internetculturale.it)

GROTTAGLIE, SI AMPLIA LA COALIZIONE PER DI PALMA SINDACO

Si amplia l’alleanza che sostiene la candidatura a sindaco di Grottaglie di Pierluigi Di Palma, che ha già presentato nel corso di un affollato comizio il suo progetto e che ha già proposto alcune iniziative e incontri, anche a livello romano, per difendere la causa della città delle ceramiche.

L’avvocato Cosimo Romano, coordinatore di “Grottaglie Popolare”, ha comunicato di aver aderito alla coalizione “Ali e Radici” che propone il dottor Pierluigi Di Palma quale candidato sindaco di Grottaglie.

“Tale decisione è stata presa concordemente  – e ratificata – con il senatore Massimo Cassano, coordinatore regionale, ed il consigliere regionale, nonchè coordinatore provinciale, Luigi Morgante, nella direzione regionale tenutasi a Bari l’11 aprile scorso. Presenti, inoltre, i vice coordinatori Michela Danucci e Walter Capone”.

“Tale adesione ha comportato un’analisi profonda del programma elettorale e comunque un  impegno prioritario riguardo il nostro ospedale (“San Marco”, ndr) e le problematiche ambientali riguardanti l’ampliamento della discarica. Due punti fondamentali – comclude la nota – e per i quali il nostro partito non accetterà alcuna mediazione”.

MARTINA FRANCA: LAVORO IN GERMANIA, SELEZIONI EURES IL PROSSIMO 10 MAGGIO

Il Comune di Martina Franca ospiterà il prossimo 10 maggio il seminario Eures (European Employment Services – Servizi europei per l’impiego) Puglia. Sarà un momento di incontro fra domanda e offerta di lavoro per i candidati che verranno selezionati da Eures, una rete di cooperazione per facilitare la libera circolazione dei lavoratori all’interno dello Spazio economico europeo, a seguito di candidatura da effettuare entro il prossimo 5 maggio all’indirizzo eures@regione.puglia.it. Per tutte le offerte è necessaria la buona conoscenza della lingua tedesca e/o inglese dal momento che i posti di lavori sono ubicati nella zona del Nord Reno-Vestfalia (Germania).
Queste le posizioni aperte: Medico assistente, Medico specialista, Infermiere, Cuochi e personale di cucina, Personale di sala e di servizio, Computer scientist, eCommerce developer, Elettricista, Ingegnere elettrico, Ingegneri e tecnici dell’automazione, Software developer C++, Software developer flight simulation, Software developer, Software engineer flight simulation, Sviluppatore hardware, Sviluppatori PHP-TYPO3, Technical trainer, Tecnici elettronici, Tecnico commerciale meccatronico, Web developer.

Dopo le selezioni dei candidati che si svolgeranno nella mattinata, nell’aula consiliare si terrà il convegno (ore 16.00) “Lavorare in Europa: le opportunità di impiego in Germania con Eures”.

TARANTO: “GUIDE ED ACCOMPAGNATORI TURISTICI”, LA NUOVA CATEGORIA DI CONFCOMMERCIO SI CHIAMA CONFGUIDE

Sono quaranta le guide e gli accompagnatori turistici che, a conclusione di un percorso condiviso, hanno sancito la nascita della Associazione interprovinciale Confguide Brindisi e Taranto.
Obiettivi primari della nascente Associazione che, va ad arricchire con un nuovo importante tassello il sistema di rappresentanza del settore del turismo di Confcommercio, la tutela degli interessi degli operatori rappresentati, anche attraverso forme di concertazione con altri livelli del sistema confederale, nei rapporti con Enti e istituzioni locali; la valorizzazione del ruolo economico e sociale di questi operatori; l’assistenza tecnica, l’attività di formazione e i vari servizi a supporto della categoria. Confguide è dunque il naturale completamento del sistema della rappresentanza delle categorie del settore del turismo di Confcommercio, nel quale confluiscono già le attività alberghiere ed extralberghiere, le imprese della ristorazione, i bar e pub, gli stabilimenti balneari, i locali da ballo. Alla guida di Confguide Brindisi e Taranto è stato eletto Giovanni Colonna, guida turistica ed accompagnatore (35 anni, originario di Francavilla Fontana), console del Touring Club. Lo affiancheranno nel Consiglio direttivo: Angela Greco (Manduria); Patrizia Guastella (Leporano); Fabio Mitrotti (Brindisi); Nicola Zilio (Laterza). Vice presidenti: Luca Adamo (Taranto); Antonella Golia (Ostuni).

MONTEMESOLA: RAPINATA FARMACIA, BOTTINO 900 EURO. INDAGINI DEI CC

Ha fruttato circa 900 euro la rapina messa a segno ieri sera da due individui, di cui uno armato di pistola, in una farmacia di Montemesola (TA), in via Rimembranze. I malviventi sono fuggiti subito dopo a bordo di un’autovettura, facendo perdere le proprie tracce. Indagini in corso per la loro identificazione a cura dei militari della locale stazione e della Compagnia di Martina Franca.

TARANTO: DA DOMANI AL 17 APRILE, EXPO ARREDA CASA ALLA MONGOLFIERA

Da domani a domenica 17 aprile, presso il centro commerciale Mongolfiera di Taranto, si terrà Expo Casa Arreda, il Salone dell’arredamento e delle idee per abitare. Ritorna dunque a Taranto l’esposizione dedicata alla casa che in questi anni ottiene il più grande successo in Italia. Un evento al passo con i tempi e proprio per tutti: per chi è in procinto di progettare o realizzare la casa dei propri sogni, per tutti gli appassionati dello stile, del design, delle linee e dei colori che personalizzano ogni ambiente; per chi ama cambiare o semplicemente rinnovare. Domenica, alle ore 18, ospite di eccezione all’Expo Arreda casa di Taranto, l’attore Giuseppe Zeno. Conosciuto dal grande pubblico per le sue numerose fiction di successo (come Gente di mare 2 e Squadra antimafia), l’attore partenopeo, si fermerà con tutti i visitatori per autografi e fotografie. “Siamo molto contenti di riproporre questo evento – afferma Stefano D’Errico, direttore Mongolfiera Taranto – che sta riscuotendo un ottimo successo in tutta Italia. Per noi rappresenta un motivo di grande orgoglio”. L’ingresso è gratuito. Orario di apertura 9-21