ALTAMURA: SCOPERTA UNA CENTRALE PER LO STOCCAGGIO DI EROINA, ARRESTATI DUE ALBANESI

Una vera e propria “raffineria” per il confezionamento e lo stoccaggio di “eroina” è stata scoperta dai Finanzieri della Tenenza di Altamura, con l’ausilio delle unità cinofile del Gruppo Pronto Impiego Bari, all’interno di un’abitazione della periferia cittadina, gestita da due albanesi, rispettivamente di 40 e 30 anni, arrestati. I militari hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro circa 3,5 chilogrammi di “eroina” purissima, 4,5 chilogrammi di sostanza da taglio, un frullatore utilizzato per la miscelazione dello stupefacente ed una pressa che serviva per l’impacchettamento dello stesso stupefacente. Inoltre, come se non bastasse, oltre a tutto l’occorrente per l’illecita attività “commerciale”, sono state ritrovate anche armi illegalmente detenute: una baionetta particolarmente affilata con una lama di ben 23 centimetri e 2 pistole Beretta perfettamente funzionanti, non censite nei sistemi di controllo italiani, complete del relativo munizionamento. Le armi verranno sottoposte ad ulteriori accertamenti tesi a verificare un loro impiego nei recenti fatti di cronaca nera che hanno interessato il territorio murgiano. Per il 40enne, ritenuto essere il capo, nonché la mente, dell’organizzazione, l’Autorità Giudiziaria ha disposto l’arresto; per l’altro è stata ordinata la detenzione domiciliare in attesa del processo per direttissima. Lo stesso dovrà anche rispondere di inottemperanza ad un decreto di espulsione dal territorio nazionale della durata di 5 anni, in quanto circa due anni fa, si era reso responsabile di uno scippo perpetrato nei confronti di un’anziana signora di Gravina in Puglia (BA), sventato con l’arresto in flagranza sempre dai Finanzieri di Altamura.

PUGLIA: XYLELLA, COLDIRETTI: AL VIA DOMANI LE “BUONE PRATICHE” NON STOP

A partire dalle ore 9.30, domani, giovedì 14 aprile, gli agricoltori di Coldiretti si dedicheranno alle buone pratiche non stop in contrada San Basilio a Vernole (Le), tenendo conto del calendario di esecuzione delle misure per la lotta alla Xylella fastidiosa basato sulla biologia del vettore di trasmissione del batterio (sputacchina) e della fenologia delle piante. Le attività saranno condotte contemporaneamente anche a Taranto e a Brindisi.

EMILIANO A VERONA: LA PUGLIA CON IL VINO ALLA CONQUISTA DEL MONDO

Il presidente della regione Puglia Michele Emiliano è oggi a Verona al Vinitaly. Insieme all’assessore regionale all’agricoltura Leonardo Di Gioia ha visitato lo stand della regione Puglia, oltre 3000 metri quadri che ospitano 132 imprese vitivinicole e centinaia di etichette di rossi, bianchi e rosati, eccellenze di Puglia.

Alle 11:30 il presidente Emiliano – informa una nota della Regione -si è recato nello stand della regione Veneto dove ha tenuto una conferenza stampa insieme al presidente Luca Zaia.

“Il Veneto e la Puglia hanno un antichissimo collegamento: si chiama Adriatico, una sorta di autostrada del mare che è esistita sempre, un’autostrada dove le ossa di San Marco, di San Nicola si incrociavano con le navi veneziane e quelle baresi che si aiutavano reciprocamente. Siamo due regioni sul mare ma fortemente agricole: il mare e l’agricoltura sono due facce della stessa medaglia. Siamo due regioni di pescatori ma anche di contadini, di quelli tosti. Sia in Veneto che in Puglia conosciamo cosa era la povertà, la fatica, l’emigrazione.

Per me e per Luca Zaia, al di là delle differenze politiche, è facile intendersi, conoscersi, nella lealtà: noi non abbiamo progetti politici comuni, non potremmo averne, ma possiamo ritrovarci su battaglie comuni per il bene pubblico. E’ questa l’Italia delle Regioni che non si fanno sopraffare dal governo centrale e che chiedono rispetto anche attraverso la tutela dell’ambiente e del mare.

Il mare e l’agricoltura sono le due componenti fondamentali della cultura veneta e pugliese e oggi si sono abbracciate qui al Vinitaly.”

“Grazie alle tecnologie – ha proseguito il presidente – noi riusciamo a gestire molto meglio che in passato il processo di vinificazione, nonostante il clima molto caldo, e questo sta lanciando nell’Olimpo i vini pugliesi, anche perché il rapporto qualità-prezzo è tra i più competitivi. Credo che i vini pugliesi stiano facendo una sorta di conquista del mondo perché ogni anno il fatturato aumenta a due cifre e questo è un risultato straordinario. Un po’ come il turismo pugliese: la Puglia è diventata tra le destinazioni più richieste a livello internazionale grazie ad un modello esperienziale nel quale, anche la filiera enogastronomica e il vino, hanno un ruolo fondamentale: in Puglia non si va in vacanza per mettersi solo sotto l’ombrellone, ma per vivere “da Pugliese” qualche settimana con un modello di vita unico e autentico che caratterizza tutto l’anno.

Il settore vitivinicolo è un  orgoglio della Regione Puglia perché lì esiste non solo la quantità, ma anche la qualità e un tasso di innovazione tecnologica nei processi di vinificazione e di coltivazione delle viti che sono di straordinaria importanza. E questo viene riconosciuto davvero da tutti.

Imparare a conoscere i vini, a distinguerne le qualità è un’esperienza straordinaria”.

 

CASSANO DELLE MURGE: MAXI FRODE FISCALE, EVASE IMPOSTE PER OLTRE 13 MLN DI EURO. DUE DENUNCE

Una frode milionaria nel settore del commercio all’ingrosso di oro è stata scoperta dai Finanzieri della Tenenza di Gioia del Colle al termine di una complessa attività ispettiva, svolta nei confronti di una società operante nel comune di Cassano delle Murge (BA). Gli articolati controlli hanno così fatto emergere un’evasione fiscale all’IVA per 4 milioni di euro e consentito di elevare sanzioni per oltre 50 milioni di euro, delle quali risponderanno in solido, anche altre imprese orafe che si trovano sul territorio nazionale. L’Amministratore della società coinvolta, attraverso operazioni elusive, ha occultato l’intera contabilità societaria nel tentativo di impedire la ricostruzione del reale volume d’affari. L’attività svolta dalle Fiamme Gialle ha consentito di scoprire il sistema fraudolento che aveva il solo fine di far ricadere ogni responsabilità su un altro soggetto “prestanome”, risultato essere di nazionalità estera e senza fissa dimora. L’ espediente elusivo è stato realizzato anche al fine di ridurre il prezzo finale di vendita di grosse partite di oro, immesso sul mercato in contrasto alle regole della leale concorrenza. I due soggetti sono stati denunciati all’Autorità giudiziaria in violazione degli artt. 5 e 10 del D.Lgs. 74/2000.

BARI: MOBILITÀ CICLISTICA, GIANNINI: “OLANDA CHIAMA PUGLIA”

L’assessorato alla mobilità della Regione Puglia è stato invitato dal Dutch Cycling Embassy a partecipare a due incontri che si terranno in Olanda il 15 e il 29 aprile prossimi, sugli “standard di pianificazione e progettazione della mobilità ciclistica”, all’interno del “Cycling Festival Europe”. L’iniziativa rientra nel pacchetto di attività denominato “Europe: let’s go cycling”, attività programmate in occasione del Semestre europeo presieduto dai Paesi Bassi. Il Governo olandese si è proposto di mettere a disposizione dell’Europa il proprio bagaglio di conoscenze ed esperienze su politiche e azioni a favore della mobilità ciclistica.

 

(fotowww.dutchbiketours.it)

 

PUGLIA365, OGGI TERZO INCONTRO A BORGO EGNAZIA SUL TEMA PROMOZIONE

La Promozione del brand Puglia sarà sotto i riflettori nel terzo incontro di lavoro del Piano Strategico del Turismo che si terrà oggi a Fasano, presso Borgo Egnazia, sotto la supervisione del Commissario Paolo Verri e del Responsabile del Piano Luca Scandale. Lo ha annunciato l’assessore all’Industria turistica e culturale della Regione Puglia Loredana Capone. Questo sulla Promozione è il terzo appuntamento del giro dei tavoli di discussione sui sei temi scelti, Accoglienza, Innovazione, Promozione, Infrastrutture, Formazione e Prodotto che si snoderà con due incontri a settimana fino al mese di giugno e porterà a consegnare a luglio il piano al ministro Dario Franceschini. Il primo incontro è stato a Brindisi 5 Aprile, sul tema “Infrastrutture”, con l’Amministratore unico di Aeroporti di Puglia, Giuseppe Acierno, presidente del tavolo e Nica Mastronardi, coordinatrice; il secondo è stato a Gallipoli su tema del Prodotto, presidente l’imprenditore Aldo Melpignano e tre coordinatori Stefania Mandurino per la sezione Cultura, Rocky Malatesta per i mercati esteri e Marylina De Sario per il Mice. Prossimo incontro giovedì 14 aprile a Foggia, Auditorium Santa Chiara, sul tema Formazione, coordinato da Carlo Bosna e presieduto dal prof. Giulio Volpe.

PUGLIA, RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA IMMOBILI: IN 350 MILA USUFRUISCONO DELLE AGEVOLAZIONI

Sono oltre 350mila i pugliesi che hanno fruito delle agevolazioni fiscali per la ristrutturazione e la riqualificazione energetica dei propri immobili. E’ quanto emerge da un’indagine condotta dal Centro Studi di Confartigianato Imprese Puglia. In particolare, in base alle dichiarazioni dei redditi presentate all’Agenzia delle entrate nel corso del 2015, sono stati ben 301.224 i pugliesi che hanno beneficiato degli incentivi concessi per il recupero del patrimonio edilizio (si riconosce una detrazione Irpef del 50 per cento, ripartita in dieci anni, sino al tetto di spesa di 96mila euro). L’ammontare complessivo dichiarato è stato di oltre 141 milioni. Rispetto all’anno precedente, il numero dei contribuenti è salito del 10,2 per cento (nel 2014 erano stati in 273mila), l’ammontare dichiarato è cresciuto del 20,8 per cento (nel 2014 si fermò a 116,8 milioni) e la spesa media è aumentata del 9,6 per cento (da 427 a 468 euro). Riguardo alle detrazioni per gli interventi finalizzati al risparmio energetico (si «scarica» il 65 per cento dei costi sostenuti), ne hanno approfittato in 50.765 (contro i 47mila dell’anno prima). L’incremento è di 3.617 contribuenti, ma l’ammontare complessivo dichiarato è sceso da 34,1 milioni a 32,4, così come la spesa media dichiarata da 724 a 639 euro. Impressionante la crescita di coloro che hanno fruito del «bonus arredi». I contribuenti che effettuano interventi di recupero del patrimonio edilizio possono fruire di un’ulteriore riduzione d’imposta per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe energetica non inferiore alla A. La detrazione, pari al 50 per cento della spesa, è ripartita sempre in dieci anni (tetto di spesa fissato a 10mila euro). Dal 2014 al 2015, il numero dei contribuenti è schizzato del 127 per cento (da 6.238 a 14.164), l’ammontare complessivo del 150,6 per cento (da un milione 463mila a tre milioni 667mila), la spesa media del 10,4 per cento (da 235 a 259 euro). Per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10 per cento.

(foto di repertorio)

BARI: SI E’ INSEDIATO IL NUOVO QUESTORE, CARMINE ESPOSITO

“Io vorrei essere il questore degli altri”. Si è presentato così il nuovo questore di Bari, Carmine Esposito, napoletano, 58 anni, ex capo della Questura di Brescia, che subentra ad Antonio De Iesu, nominato, dopo un anno di permanenza in Puglia, questore di Milano. Questa mattina, dopo una serie di impegni d’ufficio, ha incontrato i giornalisti attraverso ai quali si è mostrato alla città. “Senza i cittadini – ha detto Esposito – la polizia non sarebbe nulla”. L’impegno è quello di “garantire sicurezza alla collettività e al nostro Paese”. delle scuole attraverso iniziative di promozione della legalità. Bari – ha anche sottolineato – è anche porta d’ingresso di presunte cellule islamiche; stando agli atti della Procura. “Il terrorismo è una minaccia. – ha detto Esposito – Rimanere inerti o poco attivi non è utile alla nostra causa”. Riguardo alle indagini sul fenomeno delle estorsioni, che di recente hanno prodotto l’arresto a Bari del boss Savinuccio Parisi e di numerosi esponenti del suo clan, Esposito ha assicurato continuità con quanto fatto dal suo predecessore, Antonio De Iesu.

BARI: NUOVE INFRASTRUTTURE SOCIALI, SOTTOSCRITTI 24 DISCIPLINARI. ASSEGNATI OLTRE 15 MLN DI EURO

Questa mattina l’assessore al Welfare della Regione Puglia Salvatore Negro ha sottoscritto i disciplinari di attuazione dei primi interventi di infrastrutturazione sociale finanziati a valere sulle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione (Accordo di Programma Quadro “Benessere e  Salute”). Con i 24 disciplinari sottoscritti, l’Assessorato al Welfare ha assegnato i primi 13,2 milioni di euro per investimenti pubblici e 2,2 milioni di euro per investimenti del privato sociale, per un totale di risorse assegnate di circa 15,4 milioni di euro. Tutti i progetti selezionati sono immediatamente cantierabili, e che tutti i soggetti ammessi a finanziamento hanno già le procedure di gara in fase di avvio. Nel corso dell’incontro odierno sono stati sottoscritti i disciplinari di attuazione per:

– n. 16 interventi infrastrutturali a titolarità pubblica, tra cui i due asili nido del Comune di Bari, i centri polifunzionali per l’infanzia di Patù e San Donato di Lecce, i centri diurni socioeducativi e riabilitativi per persone con disabilità e per anziani affetti da demenze nei Comuni di Mesagne, Caprarica di Lecce, Copertino e Oria, la sede del nuovo centro antiviolenza del Comune di Molfetta, la ristrutturazione della ex Casa di Riposo comunale di Giovinazzo, ed altri ancora; 8 interventi infrastrutturali a titolarità privata, con asili nido, strutture residenziali per disabili e per minori, centri diurni proposti dalla Fondazione Emmaus-Siniscalco Ceci e dalla Fondazione del Beato Bartolo Longo, dell’Associazione Laicale San Silvestro di Bisceglie e di diverse cooperative sociali.

VINITALY, COLDIRETTI: BOOM IN PUGLIA VINI BIODINAMICI VEGANI E VEGETARIANI; 1/8 ETTARI E’ BIO

In Puglia 1 ettaro su 8 di vigneto è biologico, dato testimoniato dalle numerose etichette di vini prestigiosi presenti al Vinitaly, recanti il logo europeo che distingue le produzioni biologiche. La Puglia è la seconda regione italiana con 10269 ettari nel segmento del vino bio e biodinamico. Grande attenzione anche all’ambiente. Tante le cantine pugliesi che utilizzano il ‘tappo bio’, la chiusura innovativa “carbon neutral”, riciclabile al 100% e realizzata con materiali rinnovabili d’origine vegetale.