XYLELLA FASTIDIOSA, PARTONO I PRESIDI

mobilitazione contro la xylella fastidiosa

“Le associazioni di categoria Confagricoltura, Cia, Copagri, Confcooperative e Legacoop confermano la manifestazione di protesta indetta per sabato prossimo, 9 marzo, a Lecce, contro l’indifferenza dell’Unione Europea, del Governo italiano e soprattutto della Regione Puglia sul disastro naturale che ha colpito il Salento con la diffusione della Xylella”.

xylella fastidiosa, partono i presidi

“Il salento vuole vivere”

“Le organizzazioni sono convinte che il territorio, non solo agricolo, sia da ricostruire e chiamano la società civile a partecipare alla mobilitazione. Migliaia di messaggi da parte di agricoltori invitano all’unità”. «Chiediamo dunque alla Coldiretti di affermare e consentire l’unità del mondo agricolo – sottolineano le associazioni – perché i temi di doglianza e le richieste sono identici».

Le associazioni prendono atto che è stata diffusa su richiesta delle organizzazioni una lettera del presidente Michele Emiliano che, se pur tardivamente, ha condiviso la nostra proposta, tra le altre, di stanziare 500 milioni di euro in cinque anni per la ricostruzione del territorio salentino distrutto.
“Sottolineamo che la manifestazione di sabato prossimo segna l’inizio di un presidio del territorio che proseguirà innanzi alla Regione Puglia nei giorni successivi alla manifestazione. Intanto per lunedì mattina, a palazzo dei Celestini, ci sarà una conferenza di tutti i sindaci, anch’essi invitati a partecipare, della deputazione salentina e dei consiglieri regionali del territorio, dalle organizzazioni stesse sollecitata ed ottenuta”.

«Noi non ci rassegniamo – scrivono le associazioni – ad essere nati in un territorio splendido che aveva 11 milioni di alberi di ulivo ed essere ridotti a vivere in un deserto con 11 milioni di buche: il Salento vuole vivere».

Commenta l'articolo:

Commenti chiusi