Resto al Sud: Grande occasione per i nostri giovani imprenditori

Credo che oggi, per migliorare le prospettive di questo territorio immenso e pieno di risorse territoriali ma soprattutto umane, non si possa parlare solo di grandi imprese, ma anche e in particolar modo di possibilità, prospettive e investimento. Quell’investimento che il governo, finalmente, ci dà la possibilità di realizzare, con il decreto “Resto al Sud” ovvero l’incentivo che sostiene la nascita di nuove attività imprenditoriali avviate da giovani nelle regioni del Mezzogiorno.
Com’è noto, esso presenta alcune importanti limitazioni nelle sue linee guida, che non possono essere modificate. Va comunque sottolineato che nonostante ciò, si tratta di una grande opportunità per i giovani che intendano avviare un’attività nelle regioni meridionali.
È nostro compito, come amministratori di questa città, impegnarci affinché anche a Taranto si possa sfruttare questa opportunità. La città piange ogni giorno per il continuo abbandono di imprese e di giovani che tanto potrebbero dare con il loro spirito d’iniziativa e di innovazione; sono loro la linfa vitale futura della nostra città. Ogni giorno vediamo ragazzi e ragazze partire lontano; giovani menti dinamiche, intraprendenti, abili e in gamba, che vanno ad infertilire l’economia di altre regioni e Paesi; mentre Taranto resta schiacciata dal peso di una stagnazione economica, sociale e culturale, che la rende incapace di offrire un futuro ai suoi figli, che li costringe ad abbandonare gli affetti e la voglia di combattere per la loro terra, per se stessi e per tutti i tarantini del centro e delle province nella medesima situazione di disagio. È il momento di uscire da queste sabbie mobili e, sperando nella collaborazione della Regione rappresentata dal Presidente Michele Emiliano, noi di “Idea Indipendente” ci impegnamo a cogliere al meglio le potenzialità di questo progetto, ponendolo adeguatamente sul territorio. Vogliamo dimostrare ai tantissimi giovani in cerca di un futuro nella loro città, che non sono più soli, che anche qui si punta finalmente l’attenzione sui loro problemi e li si porge una mano per aiutarli a realizzare i loro sogni.
Taranto deve ripartire dai giovani, dalla città, dalla periferia, dalla terra, dal mare, da tutto ciò che questo luogo straordinario ci offre.
Federica Simili
Consigliere Comunale Taranto
Idea Indipendente

Commenta l'articolo:

Commenti chiusi