EMISSIONI ODORIGENE A MANDURIA, GALANTE: “AVVIARE I MONITORAGGI PER CAPIRNE L’ORIGINE”

Il consigliere regionale del M5S Marco Galante ha presentato un’interrogazione diretta all’assessore all’ambiente Gianni Stea in merito alle emissioni odorigene che interessano da anni l’abitato di Manduria.
“I cittadini di Manduria – dichiara Galante – lamentano da anni il persistere di emissioni maleodoranti, particolarmente intense a seconda della direzione del vento, che causano anche malesseri fisici come tosse e vomito. È inaccettabile che, nonostante le continue richieste agli enti competenti, ad oggi i residenti non conoscano ancora la fonte delle emissioni”.
L’Amministrazione comunale di Manduria aveva già informato dallo scorso luglio l’Arpa e tutti gli uffici di competenza senza ottenere alcun risultato.

“Il perdurare di questa situazione – continua il pentastellato – sta mettendo tutta la cittadinanza in un forte stato di apprensione, a maggior ragione per il fatto che risulta ancora sconosciuta la natura di queste emissioni. È necessario dare immediatamente risposte alla popolazione sia sull’origine che sulla eventuale pericolosità delle stesse. Ciò che chiediamo al Governo regionale è se sia a conoscenza della problematica e se siano state avviate da parte degli enti competenti le azioni necessarie. In particolare – conclude Galante – vogliamo sapere se l’ARPA abbia già messo in atto attività di monitoraggio presso gli impianti che potrebbero essere la causa delle emissioni e, in questo caso, di conoscere tutti i dati raccolti”.

(foto di repertorio)

Commenta l'articolo:

Commenti chiusi