IL SEGRETARIO DEL PD MANCARELLI SULLA CHIUSURA A TARANTO DI CEMITALIA

“Cementir, oggi Cemitalia, licenzia i 67 lavoratori di Taranto. Lavoratori che rischiano di rimanere senza tutele dal 21 dicembre. Ma al danno si associa la beffa per la possibile mancata bonifica del sedime industriale esistente a causa dell’abbandono del sito. Quindi, una fabbrica chiusa e operai senza lavoro. Nei fatti una versione mignon di ciò che sarebbe potuto accadere con la paventata chiusura dell’Ilva. Servirebbe una iniziativa seria dei parlamentari ionici a garanzia dei lavoratori e della bonifica dell’area in questione. Ma dove sono e che fanno i parlamentari della nostra provincia?
Il deputato Giovanni Vianello dei 5 stelle, di recente, ha presentato un’interrogazione su uno “schiuma party”, degli altri non si hanno notizie. Ma come, per i lavoratori dell’Ilva c’era un piano b (di cui si sono perse le tracce) e per i lavoratori di Cemitalia non c’è nessuna soluzione degna? Purtroppo, il livello è infimo. Noi, il PD, ci stiamo già muovendo per sollecitare un intervento del competente Ministero. Non è più il tempo della propaganda, adesso bisogna risolvere i problemi. #5stellecadenti”.
Lo scrive l’Avv. Giampiero Mancarelli, Segretario provinciale PD Taranto.

(foto di repertorio)

Commenta l'articolo:

Commenti chiusi