AQP: BOLLETTA CONSUMI ANOMALI

La Corte d’Appello di Bari, Seconda sezione civile, ha accolto il ricorso presentato da un cliente di Acquedotto Pugliese. All’esame bollette di elevato importo, per consumo eccessivo. Lo stesso è stato registrato a seguito di formale sostituzione del contatore che, dopo la registrazione del picco anomalo dei consumi, regolarmente fatturati, ha ripreso la registrazione abituale dei consumi, quasi inesistenti L’abitazione, infatti, risultava disabitata.

La fatturazione, effettuata secondo i criteri contrattuali previsti, ha però di fatto registrato un evento per noi definibile imprevedibile e non meglio identificabile, certamente non ascrivibile alla responsabilità di Acquedotto Pugliese, attesa anche la facile accessibilità dell’ubicazione del contatore. Lo stesso, successivamente sottoposto a verifica alla presenza del cliente e di una Associazione dei Consumatori, è risultato regolarmente funzionante. Acquedotto Pugliese, pur prendendo atto della sentenza della Corte, è consapevole del disagio cui è stato esposto, il suo cliente. Di tanto, con lo stesso si scusa.

“La nostra Azienda è consapevole di erogare un servizio di prima necessità” ha dichiarato l’Amministratore Delegato di Acquedotto Pugliese, Nicola De Sanctis. “Gestiamo un milione di clienti ed emettiamo 4 milioni di fatture ogni anno. Negli anni scorsi abbiamo già effettuato un importante piano di sostituzione dei misuratori. Recentemente abbiamo varato un ambizioso progetto che sostituirà tutti i contatori con apparecchi di ultima generazione che consentiranno, fra l’altro, il rilievo delle letture a distanza. Un progresso tecnologico che porterà l’azienda al passo con i tempi e che naturalmente consentirà di limitare ulteriormente elementi di possibili divergenze interpretative con il cliente. Esprimo rammarico per quanto accaduto, con la certezza di dover trarre utili indicazioni per ulteriormente proseguire con le azioni in atto di miglioramento del nostro rapporto con la clientela, a cui dedichiamo tutte le nostre migliori energie”.

Commenta l'articolo:

Commenti chiusi