CALCIO: MANFREDONIA-TARANTO 2-2

Nella 15^ giornata di andata di Serie D girone H il Taranto impatta 2-2 al “Miramare” contro il Manfredonia. Pronti, via e il Taranto passa in vantaggio al 2’: lancio lungo di Crucitti a cercare Aleksic sul quale si avventa Grasso ma un liscio dell’estremo difensore sipontino favorisce l’attaccante serbo che ne approfitta depositando in rete a porta sguarnita. Al 5’ si fa vedere il Manfredonia con un tiro debole e centrale di Amendola che termina tra le braccia di Pellegrino. All’11’ un cross dalla sinistra di Palumbo trova il colpo di testa di Pera che finisce centrale, blocca sicuro Grasso. Al 19’ prova a colpire Martino dalla distanza ma la conclusione è alta. Al 21’ doppia occasione per Corso: nella prima una sua conclusione dalla distanza termina sull’esterno della rete; poco dopo, invece, un tocco sotto di Pera spiana la strada a Corso che da posizione favorevole si fa ipnotizzare da Grasso. Al 28’ punizione a favore dei padroni di casa: colpisce La Porta ma la punizione viene ribattuta, sulla corta respinta della barriera il numero 9 sipontino ci riprova al volo col sinistro ma la conclusione è centrale e Pellegrino blocca la sfera. Al minuto 32 termina fuori misura un tiro di Martino mentre al 38’ una conclusione da lontano di Galdean termina centrale. La ripresa comincia subito con una ghiotta occasione per gli ionici: sul calcio d’avvio ci prova Galdean da centrocampo che per poco non sorprende Grasso ma la sfera termina di poco alto sopra la traversa. Al 4’ Galdean imbecca Pera che ci prova con un pallonetto che finisce leggermente alto. Un minuto dopo La Porta, in area di rigore ionica, gira col destro ma sulla sua conclusione si immola Pellegrino che rimane in piedi e smanaccia in corner. Al 6’ D’Aiello aggancia Russo in area di rigore e per l’arbitro Tremolada della sezione di Monza è calcio di rigore: dal dischetto si presenta La Porta che spiazza Pellegrino con un sinistro preciso all’ottavo minuto. Tornando nel cerchio di centrocampo si crea un parapiglia tra giocatori di ambo le squadre: nella circostanza viene espulso Palumbo reo di aver colpito in faccia Vatiero a gioco fermo. Al 10’ il Manfredonia sfiora la rete del sorpasso: Amendola a botta sicura trova la risposta reattiva di Pellegrino che devìa in corner. I rossoblù, nonostante l’inferiorità numerica, passano nuovamente in vantaggio al 17’ grazie a una magistrale punizione realizzata dalla sinistra da Crucitti. La reazione sipontina non si fa attendere: al 26’ La Porta con un diagonale rasoterra trova l’attenta risposta di Pellegrino; al 32’ ancora La Porta dalla distanza col sinistro ma la sua conclusione è imprecisa. Al 42’ una punizione di Galdean dalla destra termina centrale. Replica la squadra di mister Baratto un minuto dopo con Granatiero che spara alto di molto. Il Manfredonia prova il tutto per tutto nei minuti finali e trova il pareggio al 46’: Rinaldi dalla destra stoppa la sfera e fa partire un cross sul quale si avventa De Giosa che di testa fulmina Pellegrino per il 2-2 finale. Per i rossoblù di mister Cazzarò si tratta del secondo pareggio consecutivo, dopo lo 0-0 contro il Gragnano maturato allo “Iacovone” sette giorni fa. Nel prossimo turno, valido per la 16^ giornata di campionato, il Taranto affronterà l’ex capolista Potenza.
IL TABELLINO
Campionato Nazionale Serie D girone H 2017/18 – 15^ giornata di andata – Data e ora 3.12.2017, ore 14:30 – Stadio “Miramare” di Manfredonia
MANFREDONIA-TARANTO 2-2
Marcatori: 2’ pt Aleksic (T), 8′ st La Porta su rig. (M), 17′ st Crucitti (T), 46′ st De Giosa (M).
MANFREDONIA (4-3-3): Grasso; Vatiero (37’ st Genchi), Russo, De Giosa, Esposito (28’ st Rinaldi); Martino (40’ st Granatiero), Joof, Poziello (18′ st Romito); Amendola (28’ st Quitadamo), La Porta, La Forgia. A disposizione: Simone, Mazzei, Stoppiello, Ese. All. Giovanni Baratto.
TARANTO (4-3-1-2): Pellegrino; Bilotta, Rosania, D’Aiello, Li Gotti; Corso, Galdean, Palumbo; Crucitti; Pera (40’ st Favetta), Aleksic (12’ st Ancora). A disposizione: Spataro, Milizia, Giannotta, Lorefice, Miale, S. Boccadamo, Capua. All. Michele Cazzarò.
Arbitro: Sig. Paride Tremolada – sezione di Monza; 1° assistente: Sig. Marco Belsanti – sezione di Bari; 2° assistente: Sig. Riccardi Pintaudi – sezione di Pesaro.
Ammoniti: De Giosa, Esposito (M), Corso, Pellegrino (T).
Espulsi: all’8’ st Palumbo (T).
Note: corner 5-1 per il Manfredonia; recupero 0’ pt, 4’ st; presenti circa 600 spettatori.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi