ASL LECCE E IL DIRITTO ALLA SALUTE DEI DETENUTI, PROTOCOLLO OPERATIVO

Un protocollo operativo per l’attivazione della Sezione Intramuraria per la Tutela della Salute Mentale della Casa Circondariale di Lecce sarà sottoscritto domani, martedì 18 luglio, nel corso di una conferenza stampa alle ore 10.00, dal Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, dal direttore generale della Asl Lecce Silvana Melli, dal Provveditore regionale del Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria Carmelo Cantone, dal direttore della Casa circondariale di Lecce Rita Russo e dal direttore del Dipartimento Salute Mentale della Asl di Lecce, Serafino De Giorgi. Sarà il primo e unico reparto del genere in Puglia, e uno dei più grandi in Italia, dedicato alle persone ristrette in carcere, quindi private della libertà ma non del diritto alla salute, oltre ad essere anche un modello avanzato di collaborazione tra Azienda sanitaria, Ente regionale e Amministrazione penitenziaria. Sarà presentata, a completamento dell’offerta sanitaria, anche la Carta dei servizi sanitari realizzata da ASL Lecce e Amministrazione Carceraria. Un ulteriore strumento per la tutela della salute dei detenuti che attraverso la Carta, potranno conoscere, non solo tutte le prestazioni e i servizi offerti, ma anche i propri diritti e i propri doveri.

Commenta l'articolo:

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie secondo quanto descritto nell'Informativa sui Cookie. Leggi di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi