TAP, PROSEGUONO ESPIANTI. ODG URGENTE DEL M5S: “LA REGIONE VALUTI IMPUGNAZIONE DELLA...

    TAP, PROSEGUONO ESPIANTI. ODG URGENTE DEL M5S: “LA REGIONE VALUTI IMPUGNAZIONE DELLA NOTA MINISTERIALE”

    98
    Condividi

    Una delegazione di portavoce del Movimento 5 Stelle composta dai consiglieri regionali M5S Antonio Trevisi, Antonella Laricchia e dal deputato M5S salentino Diego De Lorenzis questa mattina si è recata sul cantiere nel quale TAP sta procedendo con gli espianti di ulivi portati avanti nonostante proteste del territorio e nonostante il parere contrario della stessa Regione Puglia. I cinquestelle hanno accompagnato il sindaco di Melendugno in procura e annunciano la presentazione di un ordine del giorno urgente da discutere domani in Consiglio regionale.

    “Si tratta di una situazione inaccettabile. – tuonano i cinquestelle che proseguono – Domani presenteremo un ordine del giorno urgente in Consiglio regionale per chiedere alla Regione Puglia di dare mandato all’avvocatura regionale di valutare la presentazione di un esposto alla Procura della Repubblica nonchè l’impugnabilità della nota del Ministero nella quale quest’ultimo conferma la legittimità della procedura di espianto e l’avvenuta ottemperanza alle prescrizioni di Via, con ciò svilendo ancora una volta il ruolo della Regione anche quale ente vigilante. Peraltro allo stato non risulta ancora concluso il procedimento di verifica di assoggettabilità a VIA del progetto di variante del microtunnel. Ci chiediamo: cosa accadrebbe se un domani, a disastro compiuto, questo progetto non dovesse ottenere le autorizzazioni? Ecco perché riteniamo che fino a quando non saranno ottenute tutte le autorizzazioni non si debba procedere all’attuazione delle attività di realizzazione del progetto. Le fazioni del PD – concludono i pentastellati – giochino la campagna elettorale delle loro primarie su altri campi di battaglia, non in Salento, non sui nostri ulivi e non a spese del nostro territorio.”

    Siamo lieti di constatare che anche dalla maggioranza qualcuno abbia deciso di appoggiare una mozione che serva a difendere i nostri ulivi da chi pensa di poter venire qui a distruggere il nostro territorio senza tener conto della volontà dei cittadini e addirittura ignorando il parere contrario delle istituzioni regionali. Ai consiglieri di maggioranza dunque chiediamo di lavorare domani uniti per difendere la nostra terra. Le battaglie di giustizia non devono avere colore politico.

    Commenta l'articolo: