SAN GIORGIO J.: “IDROSTIMOLAZIONE POLISENSORIALE PSICOMOTORIA: L’INTERVENTO PRECOCE IN ACQUA TRA METODI...

SAN GIORGIO J.: “IDROSTIMOLAZIONE POLISENSORIALE PSICOMOTORIA: L’INTERVENTO PRECOCE IN ACQUA TRA METODI E RICERCHE”

122
0
SHARE

L’evento organizzato e promosso dall’AIIEN Sezione Regionale Puglia (Associazione Italiana Idroterapisti ed Educatori Neonatali) con la collaborazione del Comune di San Giorgio Jonico, tenutosi sabato 18 Marzo nella Sala Consiliare del Comune, dal titolo “Riabilitazione in acqua, idrostimolazione polisensoriale psicomotoria; l’intervento precoce in acqua tra metodi e ricerche”, ha visti trattati temi che sono risultati molto interessanti per tutti gli intervenuti, ed è stato un bel momento di confronto e di informazione, sia per i professionisti presenti che per le famiglie e le persone interessate. Le tematiche toccate nel corso del workshop, hanno riguardato la prevenzione neonatale, l’attività fisica adattata, la figura del chinesiologo, ovvero l’esperto del movimento e dell’apprendimento motorio, la riabilitazione in acqua, i metodi e le ricerche ad essa correlate, prodotte dall’associazione promotrice dell’evento, l’AIIEN Sezione Regionale Puglia. Il Prof. Francesco Fischetti, ricercatore dell’Università di Bari, Dipartimento Organi di Senso e Scienze Mediche di Base, coordinatore del corso di Laurea di Scienze e Tecniche dello Sport, ha moderato gli interventi dei relatori commentando e allacciando tra essi gli argomenti trattati. Le presentazioni dei relatori, Dott. Angelo Restano, Chinesiologo specialista in Attività Motorie Preventive e Adattate, Idroterapista e Presidente AIIEN Sez. Reg. Puglia, Dott. Mirco Fava, Idroterapista e Presidente Nazionale AIIEN e la Dott.ssa Chiara Mastantuono, Terapista della Neuro e Psicomotricità dell’Età Evolutiva; hanno fatto emergere l’importanza cruciale delle famiglie nei progetti di prevenzione, essa è rivolta a tutta la popolazione, e non riguarda solo l’aspetto legato alla salute ma anche quello economico e sociale, e quindi la necessità di dare una corretta formazione ai genitori su ciò che bisogna osservare nei propri figli per assicurarsi il corretto sviluppo motorio e il rispetto delle fasi sensibili del bambino sin dalla nascita, e come intervenire su di esse, quindi l’intenzione di proporre sul territorio seminari dedicati in tal senso. Nel corso dell’evento è stato dato grande risalto all’area interdisciplinare riguardante l’Attività Fisica Adattata (AFA), della quale anche la Regione Puglia attraverso la Legge di Stabilità 2016, adeguandosi a quelle che sono le normative Europee ne ha sottolineato l’importanza, prevedendo la prescrizione dell’AFA da parte del comparto medico del Sistema Sanitario Regionale, e la somministrazione di essa da parte del Laureato specializzato in Scienze e Tecniche delle Attività Motorie Preventive e Adattate o Tecniche dello Sport; l’AFA è un’attività rivolta a ogni persona e per ogni fascia di età, ed è utilizzata anche per quelle persone che vivono con limitazioni fisiche o impedimenti motori e con patologie croniche. Interessanti sono state le argomentazioni e i dati riportati circa le ricerche in ambito della riabilitazione in acqua prodotte dall’AIIEN, e l’utilizzo di questo mezzo, “l’acqua” per trarne beneficio a ogni età e lungo tutto il corso della vita; si è parlato della carenza di ricerca in ambito riabilitativo e della necessità da parte delle famiglie e dei pazienti di pretendere l’oggettivazione e la partecipazione alle terapie e alle attività riabilitative, in tal senso l’AIIEN si muove per garantire la formazione dei propri professionisti e l’utilizzo di un metodo che prevede valutazioni oggettive, relazioni, impostazione di obbiettivi con le famiglie/pazienti e un programma riabilitativo noto al paziente e alle famiglie, in modo che sappiano su cosa si sta lavorando e così che anche altri professionisti che si relazionano con il paziente possano sapere su cosa si sta lavorando. La trattazione di queste tematiche è risultata affascinante e coinvolgente, seppur delicata e in alcuni casi tecnica, sono tuttavia argomenti che riguardano un po’ tutti da vicino e che rientrano nella vita di tutti i giorni, ma soprattutto è una forma culturale alla quale ci si approccerà sempre di più in futuro, per il benessere collettivo e per un miglioramento della qualità della vita.

Commenta l'articolo:

NO COMMENTS