BASKET: PU.MA. TRADING TARANTO – GOLDENGAS SENIGALLIA 69-78

Non sorride nemmeno l’arrivo in volata alla Pu.Ma. Trading Taranto che lotta, recupera e rimonta salvo poi perdere contro la Goldengas Senigallia che si impone 78-69 al PalaMazzola allungando la striscia positiva del girone di ritorno che l’ha vista perdere solo contro le big Montegranaro e Bisceglie. Recrimina il Cus Jonico che nonostante i 20 punti di Procacci, i 13 di Chiacig e Laquintana resta col braccino corto nei momenti decisivi del match subendo Caverni, 20p, e Maggiotto, 17. Coach Putignano tiene in panca inizialmente Chiacig, parte con Ciampaglia, Azzaro, Fioravanti, Laquintana, Procacci. Coach Valli risponde con Maggiotto, Pierantoni, Gnaccarini, Giampieri e Bertoni.
Dopo il canestro di Azzaro che apre il match Maggiotto infila la tripla che lancia Senigallia sul 5-2. Segna Fioravanti ma il Cus sbaglia tanto da sotto e la Goldengas punisce con altre due triple di Gnaccarini e Giampieri per il 5-12 a metà quarto. Coach Putignano getta nella mischia Chiacig che inventa subito un assist per Azzaro. Poi genera il rimbalzo di Procacci quindi un 2+1 di Laquintana per Taranto che trascinata dal suo pivot torna sotto con un altro canestro di Ghiaccio, 14-16 alla fine del primo quarto.
Caverni inizia alla grande il secondo quarto per gli ospiti, tre canestri in fila e nuovo allungo di Senigallia che però non va lontana, Enihe infila la tripla che tiene in scia Taranto ancora sorretta sotto canestro da Chiacig. Poi è Fioravanti e Procacci trovano i canestri del 25-26 al 15’ con time out coach Valli. Caverni segna ancora ma Procacci dall’altra parte ha la mano calda, prima tripla vale il pareggio a 28; la seconda il sorpasso Cus, 31-28 al 17’. Ma il momento rossoblu dura poco perché Caverni resta immarcabile, segna e fa segnare Fall per il controsorpasso immediato Senigallia, 31-34 per Senigallia che chiude avanti 40-35 all’intervallo.
Maggiotto comincia come nel primo quarto, 5 punti in fila per il massimo vantaggio ospite, +10 che diventa +1 dopo la troipla di Gnaccarini. Azzaro prova a svegliare i suoi con una schiacciata per il -9 Cus ritoccato a -7 con la tripla di Procacci; Caverni resta un problema in difesa ma almeno in attacco le cose vanno meglio e la tripla di Laquintana costringe coach Valli al time out sul 48-54 al 27’. Da cui la Goldengas esce ancora una volta rigenerata, Fall riporta sul +10 i suoi e poi Giampieri per il +13 Senigallia. Taranto non si arrende, Chiacig trova il fallo e fa 2/2 ai liberi, poi la tripla di Veccari a fil di sirena riapre la partita alle soglie dell’ultimo quarto, 53-62.
Azzaro schiaccia il -7; Fioravanti il piazzato per il -5 e Laquintana i liberi per il -3. Ed è lo stesso ex Mola a piazzare la tripla del pareggio a 62 a 7’ dalla fine che fa esplodere il PalaMazzola. Subito però ammutolito dal canestro di Maggiotto e i liberi di Gnaccarini che riportano avanti i suoi, +5, a 5’ dalla sirena. Sul più bello Taranto si blocca ancora, penalizzata anche da qualche fischio discutibile, la Goldengas torna a distanza di sicurezza, 64-71. La classica tripla di Chiacig aumenta solo le recriminazioni per una partita che Senigallia porta a casa. Al Cus Jonico non resta ancora che voltare pagina e pensare a domenica prossima, ancora al PalaMazzola, contro Pescara.

Commenta l'articolo:

Commenti chiusi