TARANTO: CONSEGNATO IL PREMIO INTITOLATO A “NILDE IOTTI”

Consegnato ieri a Taranto il premio intitolato a “Nilde Iotti”, politica italiana che fu presidente della Camera dei Deputati per ben tre legislature, giunto alla seconda edizione. Presenti il Presidente del Senato Pietro Grasso e il governatore Michele Emiliano, che hanno lodato le donne, esaltandone le importantissime funzioni che svolgono quotidianamente per la famiglia e per la società, offrendo un contributo vitale alla crescita e all’educazione dei figli ma anche spendendosi fino all’ultima riserva di energia anche nel lavoro, troppo spesso però senza un adeguato e giusto riconoscimento.

Rispetto dunque la parola chiave ma anche pretesa di rispetto. Undici le donne premiate, fra cui Federica De Luca, vittima di femminicidio, ed un’associazione.

CI SONO LE ELEZIONI, NIENTE CONCERTO DEL 1° MAGGIO A TARANTO

Il Comitato Cittadini e Lavoratori Liberi e Pensanti ha annunciato stamattina in una conferenza stampa che il concerto del Primo Maggio, quest’anno, non si farà perchè a Taranto ci sono le elezioni amministrative.
Il Comitato ha scelto dunque il silenzio, almeno per il 2017, perchè non intende offrire uno strumento forte come il Concertone alla politica. “Una decisione sofferta, dettata dalla coerenza del Comitato rispetto all’organizzazione di un evento che ha cambiato ovunque la percezione di una città martoriata, ma capace, con un’iniziativa del genere, partita dal basso, di essere propositiva”.

 

BASKET: LA PU.MA.TRADING TARANTO A RIMINI

Terza trasferta consecutiva per il Cus Jonico Basket Taranto che dopo i due recuperi sfortunati di Venafro e Giulianova torna nel centro Italia per affrontare il Basket Crabs Rimini nella 23° giornata del campionato di Serie B, girone D. Non è un momento facile per i ragazzi di coach Putignano…

Continua a Leggere

SERVIZIO CIVILE ANCI PUGLIA: 24 GIOVANI IMPIEGATI NEI COMUNI PARTNER

Da lunedì 13 marzo, ventiquattro giovani volontari pugliesi saranno avviati al servizio in quattro progetti di Servizio civile presentati da Anci Puglia e da realizzare presso sedi di attuazione di undici Comuni pugliesi. I progetti riguardano gli ambiti dell’educazione e promozione culturale, educazione ai diritti del cittadino, valorizzazione del patrimonio…

Continua a Leggere

DECLASSAMENTO MARISTANAV, IL SEN. ZIZZA INCONTRA VERTICI MM E I SINDACATI SU NAVE SAN GIORGIO

“Il declassamento del Maristanav sarebbe un ulteriore colpo all’economia del territorio brindisino” così il senatore Vittorio Zizza di Direzione Italia che questa mattina è stato ospite della base della Marina Militare di Brindisi alla presenza dell’Ammiraglio Salvatore Vitiello in rappresentanza del Capo di Stato Maggiore. Picchetto d’onore per il sen.…

Continua a Leggere

BORRACCINO: “I 200 POSTI LETTO NEI CENTRI RISVEGLIO E NELLA RIABILITAZIONE SIANO PUBBLICI E NON PRIVATI”

Comunicato stampa del consigliere regionale Cosimo Borraccino, Presidente della II  Commissione (Affari Generali e Personale) Regione Puglia. “Chiediamo a viva voce che le riabilitazioni e i 3 Centri risvegli, che nasceranno dalla riconversione degli ospedali chiusi dal Piano ospedaliero, siano gestiti dal servizio pubblico e non affidate ai privati, come…

Continua a Leggere

GROTTAGLIE: IL SINDACO CONVOCA CON URGENZA LA 3° COMMISSIONE CONSILIARE

Il Sindaco, Ciro D’Alò ha convocato, con urgenza, la 3° commissione consiliare per lunedì 13 marzo alle ore 16:30. Al centro della discussione la deliberazione della giunta regionale n. 239 del 28.2.2017 avente come oggetto l’approvazione del Regolamento Regionale sul Riordino Ospedaliero della Regione Puglia ai sensi del D.M. n.…

Continua a Leggere

MOTTOLA: SI RIACCENDE LA TRADIZIONE DEI FALÒ

Dopo un anno sabbatico, ritorna nel quartiere “San Giuseppe – La Pentima” il tradizionale Concorso dei Falò, organizzato in occasione della festività in onore del Santo Falegname, che ricade il 19 marzo. Ad organizzarlo, così come le altre iniziative programmate dal 16 al 19 marzo, è la parrocchia dedicata al…

Continua a Leggere

LAZZÀRO: “AGRICOLTORI SOTTO TIRO, IL RACKET DEI TENDONI TORNA A COLPIRE A GROTTAGLIE”

«Agricoltori di nuovo sotto tiro a Grottaglie, noi non li lasceremo soli». Luca Lazzàro, presidente di Confagricoltura Taranto, condanna fermamente il raid criminale messo a segno probabilmente da ignoti, la notte scorsa, ai danni dei vigneti di un un associato molto noto nella Città delle Ceramiche. «Il taglio dei tiranti…

Continua a Leggere

CAPRIULO E LIVIANO: NUOVO METODO DI GOVERNO PER UNA TARANTO APERTA E SOLIDALE

“Un nuovo metodo di governo per una Taranto aperta e solidale”. È questo l’obiettivo cui tendono il consigliere regionale Gianni Liviano e il consigliere comunale di Taranto, Dante Capriulo. “Un metodo che vada in discontinuità con quelli di governo degli ultimi anni, fondato su persone sole al comando, e che parta da linee programmatiche condivise e che in forza di quelle individui il miglior candidato sindaco possibile in grado, da subito, di indirizzare e governare il complesso ente comunale e puntare sul coinvolgimento della Cittadinanza Attiva e sui beni comuni”. Concetti che i due esponenti politici hanno raccontato sabato mattina nel corso di una conferenza stampa tenutasi nella sede de “Le città che vogliamo” in via Fiume 12 a Taranto.

“Immaginare un nuovo futuro che metta in chiaro da subito che salute, ambiente e bellezza non si barattano con nulla e che ristabilisce nuovi rapporti con la Marina militare e con la grande industria e con le altre attività inquinanti che tradotto vuol dire che ogni modello produttivo deve rispettare la salute dei cittadini e dei lavoratori ed essere sottoposto ad autorizzazioni preventive che non siano il frutto di Aia “farlocche” o di irrealizzabili o irrealizzati piani di ambientalizzazione bensì su Valutazione integrate dell’impatto ambientale e sanitario, su modelli scientifici già elaborati dai massimi organismi nazionali come Ispra e Arpa, dando nuove opportunità e tutele ai lavoratori attualmente impiegati in Ilva.
E, ancora, sì alla rigenerazione, recupero, e riorganizzazione del patrimonio edilizio (privato e pubblico) esistente che stimoli le opportunità (piano delle coste, mare, isole amministrative, eccetera); tenere conto che la periferia urbana non termina tra via Di Palma e via Leonida (come di recente votato dall’attuale amministrazione comunale) ma che la periferia, anche sociale, sia al centro ed abbia gli stessi diritti di cittadinanza; che i servizi primari siano assicurati a tutti i cittadini di Taranto; che i giovani non debbano scappare dalla città sia per studiare che per lavorare; che l’Università sia degna di tal nome e non un surrogato barese in perenne difficoltà; sì alla realizzazione di un piano per lo sport che restituisca dignità ad una impiantistica sportiva inadeguata e decadente.
Insomma, una piattaforma programmatica che punti ad un Comune che funzioni attraverso la riorganizzazione della macchina amministrativa che risponda, in maniera pronta, efficace, efficiente ai bisogni veri dei cittadini; che abbia la capacità di riorganizzare radicalmente le sue società (Amat, Amiu, eccetera); che utilizzi Patrimonio, Edilità, Commercio, porto, Attività produttive come moltiplicatori di sviluppo; che applichi una tassazione locale giusta e equa.
Pensare, questo il traguardo da cui subito dopo ripartire, una città per giovani e bambini, capace di dire stop ad ogni ipotesi di espansione urbanistica e che faccia leva sulle straordinarie opportunità naturali e locali per disegnare un nuovo futuro economico e produttivo.
“Pensiamo ad una politica che abbia una visione del futuro, che valorizzi l’idea del noi rispetto all’io, che pensi in un’ottica di squadra che inverta la rotta, che segni un solco netto con il passato, con gli ultimi cinque anni della giunta Stefàno che è stata devastante”, sottolinea Gianni Liviano, che, pur ringraziando i tanti che, candidandosi a sindaco, vogliono dare un contributo alla città, evidenzia che “questa non è la strada giusta” perché la “frammentazione rischia di consegnare la città al Masaniello di turno, ai portatori di interessi personali”. È, allora, questo, ribadisce Liviano, “è il momento che la città si ricompatti e sfrutti il momento per pensare e costruire una nuova Taranto”.
Ricompattamento e sintesi, questi i due architravi “sui quali costruire”.
Concetti ripresi e ribaditi da Dante Capriulo. “Di alcuni candidati sindaco non conosciamo neanche la voce”, dice il consigliere comunale, che aggiunge: “Il sindaco non deve essere solo un nome ma deve essere un metodo di lavoro, un programma condiviso. Sono anni che affermiamo e ci battiamo per queste cose scontrandoci con impreparazione, incapacità. È ora che la parte migliore governi la città”.